Calcolare il ROI per il nuovo software gestione magazzino WMS

Pubblicato su 10 Novembre 2021

ROI-per-WMS
david_jacobs
Jacobs
David
Industry Insight & Outreach Manager
Categorie
Magazzino
Supply Chain

Come sostenere la scelta di un nuovo WMS utilizzando fatti e cifre concreti sul ROI.

Calcolare il ritorno sull’ investimento (ROI) costituisce un esercizio fondamentale per chiunque stia spendendo risorse economiche nell'acquisto di un nuovo software o hardware. "Qual è il ROI?" è una domanda molto comune che i responsabili di magazzino o della logistica ricevono spesso quando si tratta di giustificare simili investimenti alla dirigenza aziendale.

Utilizzato come indicatore chiave per valutare l'efficienza o la redditività di un investimento o per confrontare l'efficienza di una serie di investimenti differenti, il ROI tenta di misurare direttamente l'entità del ritorno su un particolare investimento rispetto al costo dello stesso. Per calcolare il ROI, il guadagno netto (o ritorno) di un investimento viene diviso per il capitale investito. Il risultato è espresso sotto forma di percentuale o rapporto.

Naturalmente il ROI non è solo una questione di euro e centesimi. Vi sono altri fattori che devono essere considerati per giungere a una stima accurata di quello che l'azienda otterrà esattamente dal proprio software di gestione magazzino (WMS), ad esempio, o da un’altra suite di software per la gestione della supply chain. Ulteriori vantaggi chiave da includere nell'equazione includono, ad esempio:

  • Risparmio sulla manodopera
  • Ottimizzazione degli stock
  • Minori spese di spedizione
  • Meno riaddebiti ai clienti
  • Minore necessità di strutture di stoccaggio esterne (e costi annessi)
  • Capacità di sostenere la crescita commerciale
  • Soddisfazione del cliente grazie a una maggiore rapidità e accuratezza nell'evasione degli ordini

Questi e altri elementi possono essere utilizzati per sviluppare in maniera accurata il ROI per un nuovo software. 

La formula utilizzata per calcolare il ROI è:

[Guadagno dall'investimento - costo dell'investimento] diviso per [costo dell'investimento] = ROI

Secondo Forbes, nel caso di acquisto di un nuovo sistema software, il costo dell'investimento è la somma di denaro impiegata per implementare e mantenere il software, le cui voci di spesa più comuni sono il canone di licenza, l'assistenza tecnica e il servizio di abbonamento. Potrebbero esserci anche altri costi aggiuntivi, tra cui l'installazione del nuovo sistema, la preparazione del personale alla novità in arrivo e la formazione sul suo utilizzo.

Il guadagno dall'investimento sono i proventi che si otterranno dall'implementazione del nuovo sistema software. Ad esempio, molti fornitori sanitari e farmacie devono ottemperare agli obblighi imposti dalle autorità di regolamentazione. "In caso di mancata osservanza, si potrebbe incorrere in sanzioni", spiega Forbes. "Molte soluzioni software offrono alle aziende strumenti per conformarsi a tutti i requisiti normativi riducendo così la probabilità di venire multati. Il denaro risparmiato da un'eventuale sanzione si trasforma in un guadagno dall'investimento".

Per maggiore chiarezza, Forbes afferma che è sempre meglio esprimere il ROI in relazione a un periodo di tempo. Il ROI nel primo mese di implementazione del software, ad esempio, differirà dal ROI misurato nel corso dell'anno.

Il ROI specifico per un WMS

Secondo Explore WMS, sito americano dedicato ai professionisti della supply chain e agli esperti di software, la definizione del ROI per l'implementazione di un software WMS dovrebbe basarsi su tre fattori:

  1. Vantaggi tangibili: sono quelli facilmente misurabili e dimostratibili. Gli elementi del ROI più comuni si tradurranno in minori costi di struttura, migliore accuratezza nella gestione degli ordini e degli stock, maggiore efficienza.
  2. Vantaggi intangibili: sono quei vantaggiquelli che possono sembrare evidenti, ma di cui è difficile documentare le specifiche. Il personale, ad esempio, potrebbe avere una giornata lavorativa meno onerosa quando i conteggi dei cicli sono automatizzati o quando riceve un avviso sull’ubicazione di un componente in magazzino.
  3. Assistenza: alcuni dei vantaggi del software gestionale WMS sono misurabili ma possono variare enormemente e devono essere valutati in maniera separata. Ad esempio, tramite l'utilizzo del WMS logistica l'azienda riesce a soddisfare i requisiti di partner/clienti e ad avere maggiori possibilità di nuovi ricavi. Oppure, grazie a una funzionalità di reporting del WMS l'azienda può soddisfare le best practice e i requisiti normativi futuri.

"Pensate al ROI a questi livelli, e inizierete a vederne il valore non appena avrete imparato le funzionalità del WMS scelto", consiglia Explore WMS. "Quando inizierete a quantificarlo, scoprirete presto di avere più budget da investire altrove, di essere in grado di migliorare i numeri relativi alle vendite, o di ottimizzare l'ambiente di lavoro in modo da ridurre il turnover e attirare personale di più alto profilo".

Utilizzare il ROI a proprio vantaggio

Spendere del tempo per definire e capire il ROI atteso consentirà anche di comprendere meglio la scelta del fornitore e modificare le pratiche di gestione. Può anche rendere l'acquisto del prossimo software più sostenibile e produttivo.

Il ROI serve innanzi tutto a capire se vale la pena investire tempo e denaro in un nuovo progetto o tecnologia; e poi per verificare se l'investimento ha portato i risultati sperati e ha soddisfatto le aspettative. Guardando alle scelte di investimento passate ed effettuando un'analisi del ROI, è possibile valutare queste decisioni e formulare migliori proiezioni dei costi in futuro.

Risorse
Mostra meno risorse
Mostra tutte le risorse