8 modi per risolvere i problemi di gestione delle scorte col WMS

Pubblicato su 21 Gennaio 2021

gestione delle scorte col WMS
adriana_di_vito
Di Vito
Adriana
Partner Channel
Categorie
Magazzino
Supply Chain

Proprio in un periodo in cui le aziende sembrano averne maggiormente bisogno, ecco un vademecum su come il WMS può ottimizzare la gestione delle scorte sull'intera supply chain.

L’inventario rappresenta la linfa vitale per le attività di produttori e distributori. Il sovrastoccaggio delle scorte porta all'erosione degli utili netti, mentre la rottura di stock fa perdere clienti, che si rivolgeranno altrove per ottenere ciò di cui hanno bisogno. Raggiungere il perfetto equilibrio tra questi due estremi è da sempre molto impegnativo, ma oggi lo è ancora di più in un contesto economico soggetto a forti perturbazioni.

Nel pieno dell'emergenza del Covid-19, oggi più che mai è importante disporre di un sistema di gestione delle scorte in grado di aiutare le aziende a uscire dalla crisi causata dalla pandemia. La gestione continua dell’inventario fisico, l'identificazione delle scorte a bassa rotazione e la capacità di valutare la propria base clienti (e le sue reali esigenze) rappresentano oggi tutte misure efficaci da adottare.

Quello attuale è anche il momento più opportuno per le aziende per esplorare le soluzioni messe a disposizione dalla tecnologia in grado di aiutarle a raggiungere i loro obiettivi di gestione delle scorte, sapendo che fogli di calcolo, appunti e processi manuali non snelliscono questa attività, soprattutto in un contesto teso all’evasione degli ordini a ritmi serrati come quello odierno. Vediamo allora otto motivi per cui i WMS (Warehouse Management System) dovrebbero essere in cima all'elenco delle tecnologie di cui un'azienda dovrebbe dotarsi: 

 

  1. Individuazione dell'esatta ubicazione dei prodotti. Non basta sapere esattamente quante unità di un determinato SKU sono presenti all'interno di un centro di distribuzione. Il WMS indica dove si trova un prodotto in qualsiasi momento, così come l’esatta collocazione delle scorte, il numero del contenitore, la posizione sullo scaffale e l’ordine a cui quel prodotto è associato.
     
  2. Gestione della forza lavoro. Il software WMS aiuta a tracciare le informazioni riguardanti tutti gli addetti indicando gli ordini a cui stanno lavorando, quali prodotti sono in procinto di prelevare e quali missioni hanno in coda. Attraverso questi dati è possibile assumere decisioni rapide sulla gestione scorte, come ad esempio assegnare missioni a operatori che si trovano fisicamente nelle immediate vicinanze di un determinato contenitore.
     
  3. Visibilità sulle scorte a 360° ed estremamente granulare. A seconda della specifica operazione, il WMS suddivide il magazzino in contenitori e comparti. Grazie a una visibilità fino a livello di singolo prodotto è possibile prendere le decisioni più opportune per il riapprovvigionamento delle scorte, anziché "tirare a indovinare" gli eventuali fabbisogni in base ai dati storici. 
     
  4. Migliore visibilità sull’inventario. Utilizzare un software di gestione magazzino significa anche fornire una visibilità dei livelli di scorte più accurata e in tempo reale, che consente all'azienda di stimare in modo più affidabile gli approvvigionamenti e di evitare ordini inevasi, avendo a valle clienti più soddisfatti. L'utilizzo dell'automazione tramite WMS e di soluzioni di scanning, RFID o di altri metodi di tracciamento dell'ubicazione, garantisce la visibilità sull'ubicazione stessa e riduce quelle situazioni non gestite tramite WMS che spesso portano a dimenticanza, perdita o errata collocazione delle scorte all'interno del magazzino.
     
  5. Sapere quando riordinare gli articoli ad alta rotazione. Si tratta di una grande sfida per quelle aziende che, in un momento delicato come quello presente, devono gestire una forza lavoro ridotta e volumi elevati di ordini e-commerce. Poiché un WMS può contare su funzioni di riordino automatico che si attivano quando i livelli delle scorte scendono eccessivamente, il sistema elimina le rotture di stock che si verificano quando ci si dimentica di riordinare un articolo ad alta rotazione. 
     
  6. Integrazione con piattaforme tecnologiche terze. Lavorando con le piattaforme aziendali preesistenti, il WMS condivide informazioni dettagliate sulle performance di determinati prodotti, aiutando le imprese a delineare una pianificazione con maggiore precisione. La domanda e la stagionalità degli articoli, ad esempio, vengono ponderate man mano che la merce viene processata e le informazioni comunicate, in modo che chi effettua i riordini possa prendere decisioni affidabili sui prodotti da riassortire incrementando i profitti dell’azienda o mitigandone le perdite.
     
  7. Gestione dei flussi scorte su più sedi. In questi giorni molte aziende si affidano a differenti centri di smistamento o "hub" per fare in modo che i loro prodotti giungano più rapidamente agli indirizzi indicati dai clienti. Tramite un programma di gestione magazzino WMS centrale, le aziende possono tenere traccia delle scorte nelle varie sedi, assegnare livelli di priorità agli ordini e spostare la merce in quelle aree dove ce n'è più bisogno. 
     
  8. Mantenere la struttura organizzata. Infine, ma non per questo meno importante, il WMS consente di controllare gli stock e mantenere il magazzino ben organizzato. Aiuta anche a determinare i percorsi che i dipendenti compiono mentre si spostano all'interno della struttura: un enorme vantaggio in un'epoca in cui rispettare il distanziamento sociale e preservare la salute dei lavoratori non sono certamente aspetti trascurabili. 

 

I vantaggi del WMS non finiscono qui


L’effettivo valore di un WMS come Generix WMS all'interno degli attuali contesti di evasione degli ordini include anche la possibilità di gestire flussi di lavoro più snelli e operazioni scalabili, dare migliore assistenza ai clienti, ridurre il numero di errori di picking e avere costi operativi globali più contenuti. Il sistema riduce anche i costi di esercizio del magazzino, consentendo alle aziende di effettuare investimenti e apportare migliorie.

Il WMS aiuta le aziende a ottimizzare l'utilizzo degli spazi e delle aree di deposito, in un periodo in cui i prezzi delle superfici industriali sono in costante aumento. Inoltre, il sistema offre ai manager piena visibilità sulle loro scorte consentendo di determinare le proprie esigenze di stoccaggio, mentre i responsabili di magazzino possono individuare rapidamente gli articoli usando i numerosi fattori di classificazione e creare una maggiore rotazione dei prodotti. Il WMS ottimizza anche la capienza del magazzino in modo da riuscire ad allocarvi il numero massimo possibile di articoli.

Combinati insieme, questi vantaggi trasformano il WMS in uno strumento indispensabile per qualsiasi azienda che desideri snellire i processi di gestione delle scorte e raggiungere il perfetto equilibrio tra eccedenza scorte e rotture di stock. 

SCOPRI IL WMS DI GENERIX GROUP

Risorse
Mostra meno risorse
Mostra tutte le risorse