Logidis migra in SaaS la soluzione Generix WMS per la gestione del magazzino Visualizza il comunicato stampa

Magazzino, Supply Chain, Trasporto
June 4, 2024

L’Intelligenza Artificiale rende la supply chain più agile, parola di ChatGPT

Il lancio nel novembre 2022 di ChatGPT, il software conversazionale di ultima generazione sviluppato dalla statunitense OpenAI che in poche settimane ha coinvolto decine di milioni di utenti con un successo planetario, ha posto sotto i riflettori gli straordinari progressi raggiunti oggi dall’Intelligenza Artificiale (IA). Una tecnologia che con le sue numerose applicazioni sta rivoluzionando diversi ambiti, non soltanto industriali ma anche domestici.

Blog post

Un mercato in crescita

In Italia – secondo le stime realizzate dall’Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano – il mercato dell’IA nel corso del 2022 ha raggiunto la soglia dei 500 milioni di euro, con una crescita del 32% rispetto all’anno precedente, di cui il 73% commissionato da imprese italiane e il resto costituito da progetti destinati all’estero. Oggi il 61% delle grandi aziende del nostro Paese ha avviato almeno un progetto basato sull’IA e tra queste il 42% ne ha più di uno operativo. Molto diversa la percentuale relativa alle piccole e medie imprese: l’Intelligenza Artificiale è utilizzata dal 15% delle PMI (nel 2021 erano il 6%) e nella stragrande maggioranza dei casi è stato implementato un solo progetto, anche se un’azienda su tre ha in programma di avviarne di nuovi nel giro di due anni. In termini di settore, la logistica è sicuramente tra i più dinamici nell’impiego dell’AI e, secondo la società di consulenza strategica Gartner, in seguito all’emergenza sanitaria causata dal Covid che ha generato in tutto il mondo il boom degli acquisti online, il 50% degli operatori attivi nella supply chain entro il 2024 effettuerà investimenti in tecnologie che sfrutteranno l’IA e le capacità di analisi avanzate.

Il contributo dell’IA nella logistica

Ma in che modo l’Intelligenza Artificiale è in grado di supportare e migliorare il funzionamento e la gestione della supply chain? Lo abbiamo chiesto direttamente a ChatGPT, il quale ci ha risposto descrivendo in maniera davvero dettagliata le diverse applicazioni di questa tecnologia in tutte le fasi della catena di approvvigionamento, come nell’ambito delle analisi predittive, ad esempio: «L’IA può analizzare grandi quantità di dati storici sulle vendite e altri fattori che influenzano la domanda, come le tendenze di mercato, le condizioni meteorologiche, le festività ecc. Ciò può aiutare le aziende a prevedere con maggiore precisione la domanda futura, consentendo loro di pianificare in modo più efficace la produzione, la logistica e la distribuzione dei propri prodotti».

Un aiuto prezioso in magazzino

Anche nella fase di gestione del magazzino questa tecnologia può avere un ruolo fondamentale. Attraverso il monitoraggio costante dei dati sui livelli delle scorte, sui tempi di consegna dei fornitori e sulla velocità di vendita degli articoli – spiega ChatGPT – l’IA può prevedere quando sarà necessario riordinare determinati prodotti in modo tale da evitare situazioni di rotture di stock o di sovrastoccaggio che possono causare costi aggiuntivi e perdita di clienti. Sempre all’interno del magazzino, soprattutto in quelli delle grandi aziende che si occupano di logistica, l’IA trova spazio in specifiche applicazioni, come la navigazione autonoma dei robot nelle corsie, grazie alla quale si evitano collisioni con altre macchine e con gli operatori umani, oppure l’automazione robotizzata dei processi lavorativi (RPA), cioè software robot (bot) in grado di interagire con i diversi programmi informatici in modalità automatica imitando le azioni svolte dall’uomo.
Attraverso l’analisi di dati storici e la loro correlazione, l’Intelligenza Artificiale può fornire informazioni preziose anche in un’ottica di ottimizzazione delle risorse umane e materiali, suggerendo ad esempio il numero di operatori necessari per determinate missioni, un’indicazione molto utile soprattutto nei periodi dei picchi di lavoro.

E nel trasporto

Il trasporto è un altro ambito “caldo” per l’IA, la quale può aiutare le aziende a pianificare i giri di consegna più efficienti, tenendo conto di fattori come la distanza, il traffico e la disponibilità dei veicoli della propria flotta, con ricadute positive su tempi di delivery, spesa economica e impatto ambientale.

In sintesi – conclude ChatGPT – «l’Intelligenza Artificiale può migliorare la gestione della supply chain in molti modi, aiutando le aziende a ridurre i costi e a incrementare l’efficienza e la qualità del servizio offerto ai propri clienti».

Scopri altre risorse di Generix

Vuoi ottimizzare lo scambio merci e dati?

Collabora con il nostro team e costruisci il software ideale per la supply chain, adattandolo alle tue esigenze aziendali.