Per ridurre le emissioni di CO2 occorrono soluzioni efficienti di supply chain

Pubblicato su 11 Gennaio 2023

reducing_emissions_with_solochain_wms
stephane_poirier
Poirier
Stéphane
Marketing Director
Categorie
Magazzino
Supply Chain
Transport

A novembre 2021, nella Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) sono stati individuati diversi obiettivi, tra cui quello molto ambizioso di azzerare le emissioni nette di CO2 a livello globale entro il 2050. Una sfida che richiederà cambiamenti, adattamenti e trasformazioni significative in quasi tutti i settori, in particolare nell’industria manifatturiera e nei trasporti. 

Per tagliare il traguardo delle “zero emissioni”, a ogni Paese è stato chiesto di conseguire importanti riduzioni entro il 2030 e l’Italia si è impegnata a diminuire le emissioni di gas serra del 55% rispetto al 1990: dovrà passare dagli attuali 418 ai 232 milioni di tonnellate di CO2 equivalente.

In tutto il mondo, il settore del Food & Beverage è responsabile di circa un terzo di tutte le emissioni di gas serra, causate per lo più dalle tante complessità che caratterizzano le supply chain. Senza un'azione significativa volta a contrastare le emissioni di questa industria, sarà estremamente difficile raggiungere i target fissati. Gli sforzi di mitigazione, però, richiederanno un notevole cambio di rotta nel modo in cui il settore alimentare affronta oggi le questioni legate alle supply chain, in particolare per quanto riguarda l'agricoltura e l'utilizzo del territorio.

Secondo l’ultimo Italy Climate Report realizzato da I4C su dati Ispra e Mite-Eurostat, i comparti industriali sono responsabili da soli di oltre un terzo di tutte le emissioni di gas serra del nostro Paese, ma allo stesso tempo hanno anche fornito il contributo maggiore in termini di riduzione dal 1990 (-36%). In seconda posizione troviamo gli edifici, sia residenziali sia dei servizi, con il 27% del totale (-11% dal 1990) e poi i trasporti con il 26%, che è anche l’unico settore a non aver ridotto le emissioni negli ultimi 30 anni, anzi le ha aumentate (+3%). Chiude l’agricoltura con una quota del 9% e un contributo di -17% dal 1990.

In Italia i consumi di energia sono responsabili di oltre l’80% delle emissioni di gas serra complessive, nonostante nel periodo tra il 1990 e il 2019 si sia verificato:

  • un forte aumento delle fonti rinnovabili, passate dal 2% al 19% del fabbisogno nazionale; 
  • un dimezzamento del consumo di carbone (-47%);
  • un importante taglio dei prodotti petroliferi (-36%);
  • una cospicua crescita del gas (+56%). 

La riduzione delle emissioni di CO2, però, non passa unicamente per la trasformazione dei settori energivori come, ad esempio, quello dei trasporti; le tecnologie pulite per auto e camion a basse emissioni, infatti, non possono rappresentare l'unica soluzione. Un ruolo enorme nel raggiungimento degli obiettivi ambiziosi già menzionati sarà giocato dal miglioramento significativo dell'efficienza nell'intero processo logistico, tra cui, naturalmente, le aree decisive della gestione del magazzino e del trasporto. I software di gestione del magazzino (WMS) e i software di gestione dei trasporti (TMS) sono diventati elementi fondamentali in grado di migliorare non solo l'efficienza in generale, ma sono anche indispensabili per creare un processo di supply chain più efficace e più fluido, per ottimizzare il trasporto e, allo stesso tempo, per ridurre le emissioni.


Software di gestione magazzino


Il magazzino è il fulcro dell'intero sistema logistico, e la sua gestione influisce direttamente sul resto degli anelli della supply chain, tra cui, come è ovvio, il trasporto. Un warehouse management system (WMS) efficace non solo garantisce un uso più efficiente dello spazio fisico del magazzino, ma ottimizza anche la movimentazione di merci e materiali al suo interno, garantendo così risparmi sui costi e una riduzione delle emissioni sin dal principio. Un software WMS non si limita solo a gestire ciò che accade in magazzino, ma migliora l'organizzazione del trasporto e genera benefici significativi in questo ambito sincronizzando le attività con gli arrivi e le partenze dei vettori, trasferendo la ritrovata efficienza del magazzino al trasporto, e poi all'intera supply chain.


Software di gestione trasporti


Una maggiore attenzione alle emissioni e alla salvaguardia ambientale rafforza inoltre il valore strategico dei transportation management system (TMS). Secondo le analisi sviluppate da Gartner e Supply Chain Digest, tra gli altri vantaggi, i software TMS possono offrire risparmi immediati che vanno dal 15% (per i costi annuali di trasporto) al 30% (per il personale e la gestione). Una maggiore efficienza, inoltre, influisce indubbiamente sulla riduzione delle emissioni lungo l'intera catena logistica. Questo duplice vantaggio che deriva dall’utilizzo della tecnologia per migliorare le attività della supply chain costituisce un elemento determinante per le aziende nell'immediato futuro.


L'iniziativa per il clima e il trasporto


Molte aziende leader che desiderano adottare misure pratiche e proattive verso la decarbonizzazione partecipano al programma europeo Lean & Green. Questa iniziativa, lanciata nel 2007 dall’organizzazione no profit olandese Connekt, mira a guidare le organizzazioni del settore della logistica in un percorso di miglioramento continuo della sostenibilità ambientale.

Aziende come quelle che aderiscono all'iniziativa Lean & Green si possono avvalere delle soluzioni WMS e TMS di Generix per raggiungere maggiori efficienze nella gestione del magazzino e del trasporto; soluzioni senza le quali sarebbe molto difficile ridurre e migliorare i costi energetici del trasporto.

In breve, la logistica sta attraversando una fase di profonda trasformazione per soddisfare le richieste di un mercato sempre più esigente, nonché per affrontare gli obiettivi e i requisiti a livello ambientale. Il mondo della logistica può già contare su una serie di strumenti tecnologici standard che hanno cambiato radicalmente la produttività del comparto e che saranno fondamentali per poter compiere un ulteriore passo anche verso l'efficienza e la decarbonizzazione.

Per i settori manifatturiero e del trasporto, il percorso verso il Net Zero (emissioni nette zero) non deve essere necessariamente doloroso. Gli strumenti e i processi indispensabili per ridurre le emissioni portano con sé anche vantaggi e miglioramenti significativi in termini di produttività ed efficienza.

Le supply chain sono fondamentali per contrastare i cambiamenti climatici. Gli sforzi per la decarbonizzazione e la riduzione delle emissioni contribuiscono sicuramente a migliorare la sostenibilità, ma allo stesso tempo rendono le catene di approvvigionamento più resilienti in ottica futura.

Se desideri ridurre la tua impronta di carbonio attraverso le soluzioni Generix, mettiti in contatto con noi.

Generix Group mette a disposizione dei clienti una serie di soluzioni appartenenti alla suite di prodotti Supply Chain Hub per creare efficienze sull'intera supply chain. Le soluzioni Generix sono adottate in tutto il mondo e la nostra esperienza è stata maturata in oltre 25 anni di attività a livello internazionale. Ti invitiamo a contattarci per maggiori informazioni.

Risorse
Mostra meno risorse
Mostra tutte le risorse