Piattaforme collaborative: il futuro della supply chain

Pubblicato su 9 Maggio 2018

supply chain et piattaforma di collaborazione
Image-isabelle-badoc
Badoc
Isabelle
Product Marketing Manager chez Generix Group
Categorie
Supply Chain

Tutti gli indicatori mirano nella stessa direzione: la “piattaformizzazione” sta per rivoluzionare la supply chain. Il motivo è una catena di approvvigionamento sempre più complessa da gestire, che spinge i responsabili delle funzioni IT, Finanza e Supply Chain a puntare sull’interconnessione delle catene di valore dei diversi attori di una filiera, come unico modo per gestire un processo globale.
Perché si profila una tale tendenza? E come far fronte a questo sconvolgimento?

Piattaformizzazione della supply chain: più che una tendenza, una necessità

La supply chain è entrata nell’era della “piattaformizzazione”, un principio che consiste nel connettere i diversi attori, le piattaforme e le applicazioni in uso su tutta la catena di distribuzione, al fine di rendere più fluide le operazioni nonché i flussi fisici ed i flussi delle informazioni.

Questa tendenza coinvolge tutte le parti in gioco in una medesima catena di valore, dall’industria ai fornitori di servizi logistici (3PL/4PL), passando per i distributori. Per far fronte a processi logistici sempre più complessi, le aziende hanno ampiamente investito in piattaforme collaborative, o pianificano di farlo.
Diversi fattori spiegano il ricorso all’utilizzo di piattaforme collaborative nella supply chain:

 

  • L’avvento di consumatori sempre più esigenti > l’espansione del web mobile ha provocato una contrazione in termini di tempo e spazio: per rispondere al “tutto e subito”, i trasportatori e i distributori hanno oggi bisogno di software in grado di ottimizzare la propria supply chain al fine di consegnare gli ordini più rapidamente e ad un costo inferiore. Per far questo, si basano sempre di più sulle capacità dei propri partner.
     
  • La comparsa sul mercato di nuovi attori i cui metodi stravolgono i modelli tradizionali >  le aziende devono oggi far fronte a servizi online che mettono in relazione diretta e in tempo reale spedizionieri, addetti alla logistica e trasportatori su strada, mediante le piattaforme e i software SaaS. Nell’istante in cui il cliente e/o gli ordini si digitalizzano, la logistica deve a sua volta proporre servizi digitalizzati online, quali il tracking della consegna o la presa d’appuntamento dei trasportatori.
     
  • La proliferazione delle parti coinvolte > la complessità dei processi di acquisto obbliga le aziende a far ricorso a numerosi partner (fornitori, distributori, trasportatori…) per rispondere alle necessità dei propri clienti. Non tutti i partner ovviamente si avvalgono della medesima piattaforma di servizio ed alcuni anzi non dispongono affatto di tali strumenti. La difficoltà sta quindi nel gestire l’integrazione tra le varie piattaforme e nel condividere le proprie informazioni con un ecosistema di partner a volte non equipaggiati in tal senso.

Di fronte a queste nuove sfide, la trasformazione digitale delle aziende è diventata naturalmente una sfida strategica per la supply chain. In quest’ottica, la piattaformizzazione mira a far evolvere la relazione tradizionale clienti/fornitori verso veri e propri modelli di collaborazione e di condivisione.

 

Da vedere:  [Video] La trasformazione collaborativa della supply chain

 

Quali vantaggi trarre da una piattaforma di collaborazione? 

Tappa indispensabile nel processo di trasformazione digitale delle aziende, la collaborazione si rivela oggi essenziale in un contesto di concorrenza sempre più dinamica. In questa evoluzione, è il concetto stesso di supply chain che deve essere rivisto: non si tratta più di lavorare in modo indipendente dai propri collaboratori, ma di creare una vera e propria convergenza condividendo i processi. Il tutto nell’ottica di ricavarne benefici in termini di produttività, agilità, efficacia e di proporre un’esperienza cliente nuova nel suo genere.
 
3 vantaggi principali 


L’utilizzo di una piattaforma collaborativa offre numerosi vantaggi:

 

  • Una significativa riduzione dei costi e l’automatizzazione dei processi > poter disporre di tutti gli applicativi su un’unica piattaforma SaaS garantisce alle aziende risparmi sostanziali. Oltre alle considerazioni IT, l’automatizzazione di processi un tempo manuali e dispendiosi in termini di tempo permette di raggiungere una produttività senza pari
     
  • Una migliore comunicazione tra le parti coinvolte > offrendo un accesso continuo ed aggiornato in tempo reale alle informazioni, la piattaforma dinamizza l’ecosistema costituito dall’azienda e dai suoi collaboratori (fornitori, trasportatori…). L’efficacia e la reattività aumentano e l’azienda ha l’opportunità di garantire al contempo una conformità normativa nella gestione dei dati

  • Importanti vantaggi strategici > una supply chain ottimizzata mediante una piattaforma collaborativa consente di offrire nuove opportunità alle aziende ed ai loro clienti: portare a termine con successo la transizione digitale, creare veri e propri rapporti di collaborazione con i fornitori, migliorare l’esperienza cliente sviluppando servizi differenzianti... Un vantaggio concorrenziale che contribuisce alla crescita di influenza del marchio.

 
Quali sono i vantaggi per gli attori coinvolti?


I vantaggi sono molteplici per tutti gli attori coinvolti nel processo collaborativo, dal fornitore al cliente, passando dal distributore.

Dal punto di vista del fornitore, ovviamente, l’implementazione di un ecosistema interattivo consente di disporre di una migliore visibilità sulle vendite, potendo quindi ottimizzare la produzione e adattare gli stock in base alle esigenze reali dei distributori. Un valore aggiunto a cui si somma la riduzione dei rischi normativi o di discontinuità, indotta dalla maggiore affidabilità dei dati scambiati.

I distributori facenti parte della rete collaborativa sono in grado di ottimizzare i processi di distribuzione. Beneficiando di una maggiore dinamicità degli scambi con i propri fornitori, essi registrano una drastica riduzione del tasso di discontinuità e del ritardo di posizionamento dei prodotti, fattori di efficienza che offrono loro un margine di trattativa più ampio con i fornitori.

I clienti finali, sempre più esigenti, dispongono infine di un’offerta performante, rapida e adeguata alle proprie necessità. La libera circolazione delle informazioni nell’ecosistema collaborativo consente al distributore di proporre prodotti descritti meglio, sempre disponibili e a un prezzo imbattibile. 

 

Generix Supply Chain Hub: finalmente una piattaforma tutto in uno!

Per rispondere alle sfide della piattaformizzazione nella supply chain in modo preciso e puntuale, Generix Group ha sviluppato una piattaforma collaborativa completa e su misura: Generix Supply Chain Hub. E’ una piattaforma SaaS di nuova generazione, agile, dalla messa in opera rapida e dall’utilizzo semplice, altamente sicura, scalabile nel tempo, con cui poter gestire l’esecuzione dei flussi fisici, la digitalizzazione dei flussi informatici e l’integrazione delle aziende con la totalità dei partner con cui esse operano.

Accessibile tramite la rete Generix Collaborative Network, si tratta di un vero e proprio “hub collaborativo” su cui le aziende trovano un’ampia offerta di processi per la gestione ed ottimizzazione della supply chain, processi che sono accessibili in cloud, selezionabili in piena libertà e trasversalmente rispetto ai vari dominii logistici (magazzino, trasporto, EDI, approvvigionamenti, gestione piazzale,…), in base alle esigenze specifiche di ogni attività.

La piattaforma consente di avere una visibilità complessiva sulla supply chain, end-to-end ed in tempo reale, a tutti i portatori di interesse dell’azienda stessa e dei partner con cui essa opera, non solo in tal modo migliorando l’esecuzione, ma anche favorendo la rapidità e la qualità del processo decisionale e rafforzando la collaborazione.


 
Da leggere: WMS: 5 consigli per un’integrazione di successo

 

Generix Supply Chain Hub consente di abbonarsi soltanto ai servizi di cui l’azienda ha realmente bisogno, quando necessario, e di regolare il proprio consumo senza preoccuparsi delle variazioni di volume. Insomma, una piattaforma su misura, evolutiva, agile. 
Accessibile a tutti gli attori della catena di valore, l’“Hub” apre le porte dell’ampia rete collaborativa Generix. L’interoperabilità della soluzione ha già permesso la connessione di 50.000 aziende, ubicate in 50 paesi. Ovvero di 250.000 utenti che danno origine ad oltre 10 milioni di transazioni. E per facilitare la connessione tra queste migliaia di attori, la piattaforma Generix si basa su standard di scambio internazionali e su un catalogo di interfacce API o connettori.